Regno Unito

CONSIDERAZIONI SOCIETARI

Il Regno Unito ha un sistema giuridico e fiscale estremamente sofisticato, che garantisce agli investitori grossi benefici fiscali. Si può costituire una serie di società del Regno Unito, ma la società a responsabilità limitata (‘Ltd’) è la più popolare. Chiaramente, una società nel Regno Unito deve rispettare obblighi di legge più severi di quelli che normalmente sono previsti in altri paesi come quelli che, ad esempio, sono giurisdizioni offshore. Anche se la legge inglese prevede esenzioni speciali dalla revisione dei conti (per le piccole imprese), le aziende del Regno Unito devono redigere i bilanci e questi devono essere presentati alla Companies House. Le piccole imprese possono, tuttavia, presentare bilanci abbreviati anziché bilanci dettagliati.


Il registro imprese per le aziende nel Regno Unito si chiama Companies House, ed è accessibile qui: Companies House

CONSIDERAZIONI FISCALI

Per quanto riguarda la tassazione, il Regno Unito è in grado di offrire molti vantaggi a potenziali investitori. Per esempio, le imprese statunitensi possono ottenere agevolazioni fiscali per mezzo di un processo noto come 'tax inversion' e il Regno Unito è, tra altre giurisdizioni, una di quelle favorite in questa particolare procedura . Anche se il Regno Unito non è una giurisdizione offshore, il sistema di tassazione è stato progettato per promuovere gli investimenti internazionali. Lo sviluppo più recente nel regime fiscale inglese è costituito dalla modifica delle regole del Controlled Foreign Company (regole CFC). Una Controlled Foreign Company è una società straniera (vale a dire una società che è residente al di fuori del Regno Unito) controllata da persone del Regno Unito e soggetta ad un più basso livello di tassazione. Queste società sono spesso usate nelle strutture fiscali, dove l’utile di una società viene lasciato nella giurisdizione che è tassata ad un livello più basso piuttosto che essere trasferito in giurisdizioni con tasse più alte.

Le recenti modifiche comportano che i profitti di certi controllate estere non saranno più soggetti ad un onere fiscale ai sensi delle norme CFC. Essi saranno al di fuori del campo di applicazione del regime CFC a meno che non soddisfino le condizioni specificate in un 'gateway'. Queste condizioni definiscono ciò che deve essere considerato ai fini del regime CFC, come i profitti che sono stati artificialmente deviati dal Regno Unito.

Le modifiche rendono possibile una maggiore possibilità di strutturazione fiscale per gli investitori stranieri.

Inoltre, il Regno Unito possiede incentivi specifici per particolari settori. Per esempio a causa di un memorandum di intesa congiunto stipulato tra il British Venture Capital Association (BVCA), l'Agenzia delle Entrate e il Tesoro inglese, le persone che gestiscono fondi di private equity pagano un tasso effettivo del 10%.