Onshore? Offshore? [Parte 1 di 2]

Introduzione - Concetti di base

Questa è la prima parte di un articolo dedicato alla spiegazione dei centri finanziari offshore e onshore e di ciò che ciascuno di essi comporta e si propone di essere piuttosto semplice, riducendo il gergo tecnico al minimo e spiegandolo, laddove necessario. Tratterà i principi che differenziano i due tipi di giurisdizioni, mentre La seconda parte di questo articolo sarà un po 'più complessa, in quanto utilizzando esempi entrerà in maggiori dettagli su questi due tipi di centri finanziari. Si dimostrerà che la differenza tra questi due tipi di giurisdizioni non è così netta come spesso lasciano intuire i media o le istituzioni politiche e governative. La realtà è molto più complessa e alcune giurisdizioni potrebbero anche sorprendere il lettore.

Questo articolo non ha lo scopo di prendere "le parti" e non ha intenzione di promuovere una giurisdizione rispetto all’altra. Inoltre, non si propone di essere accademico. Invece, il suo scopo è quello di spiegare i due diversi meccanismi utilizzando una terminologia semplice, permettendo anche a chi è meno esperto in materia di comprendere i concetti fondamentali.

In termini generali, i centri finanziari offshore di solito sono giurisdizioni con poca o nessuna tassazione, specializzati nella fornitura di servizi aziendali per società costituite nel loro territorio, che hanno beneficiari effettivi (=Ultimate Beneficial Owner, “UBO”) residenti all’estero.

Un UBO è una persona che, in definitiva, possiede la società. Normalmente questo sarebbe l'azionista. Tuttavia, a volte le azioni sono detenute da fiduciari. Si tratta di aziende e / o persone che detengono azioni per conto di qualcun altro, che è il "vero proprietario". Questo "vero proprietario" è il UBO.

Una delle caratteristiche dei centri finanziari offshore è che essi prevedono una forma di meccanismo chiamato 'ring-fencing’ (misure di separazione) per proteggere le società offshore (cioè le società che hanno UBO stranieri) dalle norme che vengono applicate nei confronti delle altre società presenti nella giurisdizione e che hanno gli UBO lì residenti. Quindi 'ring-fencing' è un atto normativo che differenzia i proprietari delle aziende, permettendo a quelli stranieri di pagare poco o niente, mentre le persone residenti in quel paese pagano le imposte secondo le tariffe normali. Pertanto, le giurisdizioni offshore sono spesso accusate di intaccare la tassazione negli altri paesi, pur essendo molto attenti a proteggere la loro.

Dall’altra parte, i centri finanziari onshore non distinguono tra UBO residenti e UBO non residenti: loro hanno un tasso di imposta (tradizionalmente un alto tasso di imposta) previsto in uguale misura, a prescindere dalla residenza.

Altra differenza fondamentale tra i due tipi di giurisdizioni riguarda la privacy. I centri finanziari off-shore hanno la reputazione di essere reticenti nel concedere informazioni a terzi, rendendo difficile capire chi sono i veri azionisti ( "titolari") delle società. Ci riescono perché i registri delle imprese non sono pubblici, quindi non consultabili da chiunque, il che contribuisce a preservare un velo di riservatezza. Dall'altra parte, un Registro Imprese considerato come pubblico sarebbe uno che è aperto per l'ispezione del pubblico, dove chiunque può cercare il nome di una società e ottenere tutte le informazioni relative, incluso sugli azionisti. Ci sono anche altre variazioni tra i registri che non sono pubblici: alcuni di essi contengono tutte le informazioni, ma non sono accessibili al pubblico; altri i non contengono informazioni, perché queste sono conservate presso i registered agents. I registered agents sono le persone che devono prendersi cura della società in un determinato territorio. Infine, ci sono alcuni paesi in cui non è nemmeno il registered agent a mantenere le informazioni, ma è la Società stessa, nei suoi registri interni.

Continua...